Come mai il mare è salato? Perchè il mare è salato ma i laghi no?

Sembra strano ma a quanto pare anticamente il mare era composto di acqua dolce proprio come per i fiumi.

Infatti sembra che siano stati proprio i fiumi circa 1 miliardo di anni fa a riversare sul mare un quantitativo di sale pari a circa 35 grammi per chilo, insieme ad altre tipologie di sostanze.

Le acque del mare sono salate perché al loro interno si sciolgono e si mescolano una grande quantità di sostanze come per esempio il cloruro di sodio, cioè il classico sale per cucinare.

I primi mari si sono formati grazie all’acqua delle piogge che, cadendo sul terreno, porta con sé diversi sali presenti nel suolo riversandoli poi nelle acque dei fiumi. La presenza di diverse sostanze anche nei terreni ha contribuito non poco all’aumento del grado salinico nelle acque dei mari.

Questo ha fatto si che il mare è salato.

Attraverso un procedimento chimico, l’acqua del mare evapora con la presenza del sole ma il sale che invece si è sciolto, rimane nel mare.

Mari diversi e diverse presenze di sale

Nei mari freddi per esempio, c’è una quantità di sale minore rispetto a quelli caldi cosi’ come nei mari aperti il sale è in quantità ridotte.

Un fattore che determina la presenza minore o maggiore di sale nel mare è quello della profondità.

Mare sempre più salato

Diversi studi hanno dimostrato che ogni anno il mare diventa sempre più salato.

Infatti le acque che scorrono nelle superficie dei vari Stati, con il tempo, si sono arricchiti di sali minerali che man mano hanno riversato sui mari.Per portare un termine di paragone, un oceano potrebbe ricoprire un intero continente di sale con uno spessore di 150 metri.